I vini Doc Sardegna

Tutto cominciò con la riconversione dei vecchi vigneti di famiglia nel 2012, trasformati seguendo nuove tecniche agronomiche ed impiantando i vitigni storici del luogo come il Vermentino, il Cannonau, il Nebbiolo, il Cagnulari ed il Moscato. Nel 2015 nasce il primo vino a base di Cannonau, un rosso di corpo che sprigiona emozioni uniche, dai tratti tipici del vitigno sardo a bacca nera per eccellenza.

La vendemmia 2017 sta facendo maturare degli interessantissimi Vermentino e Cannonau, figli di un annata calda e avida di quantità, dove la natura, nella sua cruda spietatezza, ha decimato si la produzione, ma ha svelato il suo lato nobile e benevolo donando la giusta quantità e qualità per continuare il sogno di portare in bottiglia il frutto del duro lavoro dei fratelli Polinas.

L’azienda ha due vini a marchio Polinas con due etichette affascinanti che racchiudono l’essenza del luogo dove questi vini nascono: il Vermentino DOC Sardegna, vino fresco d’annata ed il Cannonau DOC Sardegna, vino rosso di grande stoffa e struttura.

Nel futuro c’è la volontà di creare un vino giovane d’annata come il Cagnulari e poter realizzare un grande spumante Metodo Classico , magari da uve Nebbiolo!
L’obiettivo è sicuramente quello di puntare ai mercati esteri senza però trascurare il territorio sardo e nazionale.

Cannonau DOC Sardegna 2015

Vino | Biologico

Cannonau DOC Sardegna

Il Cannonau DOC Sardegna è un vino rosso di grande stoffa e struttura; un rosso di corpo che sprigiona emozioni uniche, dai tratti tipici del vitigno sardo a bacca nera per eccellenza, figlio di un’annata calda che ha decimato si la produzione, ma ha svelato il suo lato nobile e benevolo donando la giusta quantità e qualità per continuare il sogno di portare in bottiglia il frutto del duro lavoro dei fratelli Polinas.

Scheda Tecnica

Vermentino DOC Sardegna 2015

Vino | Biologico

Vermentino DOC Sardegna

il Vermentino DOC Sardegna, vino fresco d'annata piacevole e di grande bevibilità, viene accudito nel Vigneto Funtana Janna. Questo grande vitigno autoctono a bacca bianca, cresce in un terreno sabbioso, sciolto su un fondo di marna calcarea, e si contraddistingue per i suoi profumi fruttati e floreali.

Scheda Tecnica